Dosimetria

Dosimetria

La dosimetria interna è preposta alla sorveglianza della dose impegnata da un lavoratore che opera normalmente in zone ove sussiste il rischio di contaminazione delle superfici e dell'aria dell'ambiente. Viene effettuata sia tramite misure di radioattività negli escreti (Radiotossicologia) sia attraverso misure dirette sul corpo intero (Whole Body Counter). Sorveglianza radiotossicologica Questo tipo di sorveglianza ha lo scopo di verificare l'eventuale incorporazione, da parte di un operatore, di radionuclidi nel corpo intero e/o nei diersi organi di questo. Senza entrare in particolari che esulano dagli obiettivi di questa presentazione, ricordiamo che il contaminante radioattivo, una volta incorporato, va a fissarsi all'organo al quale si fissano gli elementi, stabili e non, appartenenti al lo stesso gruppo del Sistema Periodico di Mendeleiev. Così, ad esempio, lo Sr90 si comporta come il Ca essendo anch'esso un alcalino-terroso (II Gruppo) e si fissa quindi nelle ossa. Da questo momento in poi il contaminante verrà lentamente eliminato dall'organo con legge esponenziale e/o di potenza o con combinazione di queste. Le tecniche usate per la sua determinazione nell'escreto prevedono l'attacco chimico di questo, seguono alcuni passaggi e precipitazioni al fine di estrarre un campione del radionuclide sufficientemente puro per poter effettuare su di esso, con le appropriate tecniche, le misure di radioattività per l' analisi quanto/qualitativa. In appendice è illustrato un metodo per la derminazione radiochimica dello Sr90 basato sulla crescita dell'Y90 (estratto da: ENEA CRE Trisaia - Università degli Studi di Bari, Corso di Perfezionamento in Radioprotezione, Misure di Radioattività e Dosimetria, a cura di G. Fraschetti e E. Petagna, Trisaia, Aprile 1992) Misure dirette di incorporazione - WBC Un secondo metodo per la determinazione quali/quantitativa di radionuclidi, sebbene limitata ai radionuclidi g emettitori, consiste nella spettrometria g eseguita direttamente sull'individuo tramite Whole Body Counter. In base alle energie dei radionuclidi che si vogliono investigare i WBC si suddividono in WBC-High Energy e WBC-Low Energy; così, ad esempio, la determinazione del Cs137 o del Co60 viene effettuata con un WBC-High, mentre la determinazione dell'Am241, di norma usata per la rivelazione del Plutonio, viene eseguita con un WBC-Low. Esistono diversi tipi di WBC che si differenziano tra loro solo per la forma e per la geometria; si hanno così WBC a sedia, WBC a tunnel, ecc. Un WBC si compone di una cella o da un tunnel fortemente schermati con diversi cm di Pb; all'interno è situato l'alloggiamento per l'individuo da sottoporre a misura (una sedia molto simile a quelle di tipo dentistico nel caso della cella, un lettino scorrevole nel caso del tunnel), il rivelatore è custituito da uno o più cristalli di Ge o di NaI(Tl) di grandi dimensioni. I segnali raccolti sono inviati ad un preamplificatore e da questi ad un PC che, con appropriato software, fornisce l'analisi quanto/qualitativa delle attività dei radionuclidi g-emettitori presenti, il relativo spettro, la conservazione e gestione di tutti i dati. Nella foto accanto è mostrato un WBC-High del tipo a tunnel con cristallo NaI(Tl) ed il relativo sistema di elaborazione. Si noti la schermatura in Pb (realizzata con i classici mattoni a coda di rondine) verniciati in verde, il lettino mobile (sul quale è disteso il soggetto da sottoporre al controllo) che, tramite una vite senza fine avanza per tutta la sua lunghezza facendo passare sotto al rivelatore l'intero corpo dell'individuo. Gli impulsi raccolti dal rivelatore vengono inviati ad un preamplificatore e da questo alla interfaccia di un PC che provvede alla amplificazione finale, squadratura e misura quali-quantitativa dei radionuclidi eventualmente presenti.I risultati dell'elaborazione, oltre ad essere visualizzati sul monitor del PC, possono essere stampati e raccolti in un database per la loro archiviazione

Joomla templates by a4joomla